Il blog personale di Fabrizio Cicchitto

Articolo sull’Huffington Post / “Per i grillini vale il proverbio ‘chi è causa del suo mal pianga se stesso'”

Per molti aspetti la legislatura si è conclusa così come si era aperta, con la crisi della sinistra, con la confusione schizoide del centro-destra e con il movimentismo a zig zag dei grillini, che però sono risultati i più sconclusionati di tutti (e per questo adesso gridano tanto). (altro…)

Artitolo su Il Dubbio / “Ma Bobo Craxi che “c’azzecca” con MdP e Antonio Di Pietro?”

E’ una vicenda singolare quella che riguarda l’avvicinamento da un lato di Bobo Craxi, dall’altro di Di Pietro all’MdP. A quanto dichiarano gli interessati  l’operazione è ancora in fieri per cui per un verso bisogna ragionare con cautela, per altro verso però prenderla in parola perché l’intenzione parte di entrambi (separatamente) è stata espressa in modo esplicito. (altro…)

Articolo sull’Huffington Post / “La nuova legge elettorale e il rischio di eterogenesi dei fini”

Per molti aspetti la situazione riguardante la legge elettorale presenta risvolti paradossali. La legge in discussione è stata proposta dal PD. Essa contiene una parte proporzionale nella quale ogni partito presenta la sua lista e una parte, invece, fondata su coalizioni per il voto nei collegi. Orbene allo stato attuale delle cose a non essere dotati di coalizioni sono sia il Movimento 5 Stelle, che non le vuole, sia il PD che non ne ha realizzata una anche perché i rapporti a sinistra, certamente con il MdP – non si sa bene con Pisapia e il Campo Progressista –  sono di rottura aperta. (altro…)

Articolo sull’Avvenire / “Lettera al direttore”

Caro direttore,

l’intervista fatta ieri sull’Avvenire dal magistrato Martella a proposito del  caso Orlandi è di straordinaria importanza e provoca riflessioni aggiuntive.

A nostro avviso sul caso Orlandi è stata fatta una abilissima  operazione di disinformazione ad opera di alcuni servizi dell’Est. C’è infatti una scuola di pensiero che prende le mosse dall’attentato a papa Wojtyla fatto da Ali Agca.  A partire da Juriy Abdropov, prima capo del KGB poi segretario del PCUS, nel mondo comunista dell’epoca fu valutata con grande preoccupazione la pericolosità costituita da un papa polacco non solo nei confronti della Polonia ma di tutti il sistema. (altro…)

Articolo su Il Dubbio / “Caro Fiano, non ho votato contro ma la tua legge non mi piace”

La legge Fiano non mi convince, ma non ho partecipato al dibattito alla Camera né al voto perché tantomeno mi convinceva larga parte della compagnia (Fratelli d’Italia e Lega) che si è opposta ad essa: si avvertiva che una parte di questa opposizione ancora si riconosce in modo profondo con degli ideali del fascismo, che ha formalmente  dismesso per pure ragioni di realismo e di opportunità (vedi Fratelli d’Italia) ed era anche evidente che un’altra parte invece era contro la legge perché intendeva mantenere un rapporto, un collegamento con qualunque cosa di radicale, di estremista, di conflittuale si muove e si agita nella società volendo cavalcare ogni tigre, compreso quello dell’estremismo fascista (parte della Lega). (altro…)

Articolo sull’Huffington Post / “Amatrice strangolata dalla burocrazia”

Qualche giorno fa ci siamo recati ad Amatrice e siamo rimasti impressionati da una clamorosa contraddizione. A quello che ci è stato detto non mancano i mezzi finanziari, così come tuttora in campo sono l’esercito e tutte le forze dell’ordine, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia. Né si può dire che è mai venuta meno la solidarietà del Presidente della Repubblica, del presidente del Consiglio, dei ministri competenti e delle forze politiche. (altro…)

Convegno “La cultura liberal-socialista e la crisi del sistema politico italiano”

Si svolgerà mercoledì, 13 settembre, presso l’Istituto Sturzo di Roma, in Via delle Coppelle 35, il convegno dal titolo “La cultura liberal-socialista e la crisi del sistema politico italiano”

 

Articolo sull’Huffington Post / “Uno dei tormentoni dell’estate ha riguardato Alternativa popolare, ma ciò non gli ha giovato”

Solitamente gli esponenti di Alternativa popolare si lamentano perché intorno alle loro iniziative politiche e anche ai risultati ottenuti al Governo c’è una sorta di congiura del silenzio. Questa volta, invece, uno dei “tormentoni dell’estate” ha riguardato proprio Alternativa popolare con particolare riferimento allan Sicilia.  (altro…)

Articolo su La Nazione / “I vitalizi e l’anti-parlamento”

Con il taglio dei vitalizi siamo arrivati al momento che temevamo, quello in cui l’antipolitica penetra in Parlamento e si traduce in anti-Parlamento. Non mi rivolgo a coloro che hanno vinto, che sono chiaramente il Movimento 5 Stelle, mi rivolgo agli sconfitti, il Partito Democratico. Sconfitti non dal punto di vista numerico, ma da quello culturale. (altro…)