fondamentalismo islamico

fondamentalismo islamico

Articolo sull’Huffington Post / “La sfida dell’Europa nell’era Trump, fra terrorismo e crisi migratoria”

Le azioni del terrorismo provocano divisioni profonde nell’Occidente e anche in Italia. A nostro avviso bisogna rifuggire dagli schematismi di opposto segno. Per comodità di rappresentazione diciamo che c’è uno scontro fra “cattivisti” e “buonisti”. Secondo lo schema “cattivista” le immigrazioni equivalgono a essere delle invasioni, l’islamismo in quanto tale è l’ideologia del terrorismo e di conseguenza deve valere il motto “tutti a casa”: respingimenti dei barconi, espulsioni e quant’altro. (altro…)

Articolo su Il Foglio / “Non solo boots on the ground. Contro la passività dell’occidente”

_IS-flagLo scacchiere mediorientale e l’emergere dell’estremismo islamico richiedono iniziative a 360°: militari, certo, ma anche iniziative politiche ed economiche per stabilizzare la regione

L’affermazione sulla scena politica internazionale di un fenomeno terrorista così atipico come quello di Isis-Daesh ha determinato una discussione sia sulle sue caratteristiche di fondo sia sull’islam in quanto tale. (altro…)

Articolo su Il Garantista / “Due grandi errori: quello leghista e quello pacifista”

Charlie-Hebdo-attentatoServe una alleanza tra stati laici e musulmani contro Isis e Al Qaeda. Azione politica, economica e militare

Quello che è avvenuto in Francia conferma il fatto che ci si trova, al di là delle sigle, di fronte ai due terrorismi, uno operante in Medio Oriente, che con Isis si è fatto addirittura esercito e punta a diventare stato-nazione con la conquista di un pezzo di un territorio che attraversa sia l’Iraq che la Siria e che tenta di smantellarli. Il secondo tipo di terrorismo invece agisce in Europa e in altri continenti con i “cani sciolti” o con gruppi organizzati. Ieri le torri gemelle, oggi Charlie Hebdo. E qui emerge un elemento di straordinaria novità e gravità. (altro…)