forza italia

forza italia

Articolo sull’Huffington Post / “Caro Enrico Costa, “torna a casa Lassie” è bello solo nei film, non in politica”

No, non sono d’accordo con Enrico Costa. Il dissenso del presidente Berlusconi all’inizio della legislatura non è stato un tradimento per difendere una poltrona, ma la presa di distanza da una deriva estremista presa pochi mesi dopo che il governo Letta era nato, proprio in seguito all’intuizione dello stesso Berlusconi. (altro…)

Articolo su Il Dubbio / “Caro Berlusconi, la riforma costituzionale serve anche a te”

articolo-il-dubbio-2-dicembre-2016_pagina_1L’articolo degli onorevoli Peppino Calderisi e Fabrizio Cicchitto sulla riforma costituzionale, con particolare riferimento alle posizioni di Berlusconi e di Forza Italia, e sull’Italicum.

Articolo sul Corriere della Sera / “L’ultima occasione per fare le riforme”

referendumCaro direttore, Giulio Tremonti vede lucciole per lanterne. Nel suo articolo (del 24 ottobre) denuncia un perverso disegno di potere che non c’è, e non vede invece le gravi anomalie del nostro sistema istituzionale che la riforma supera. L’ “inverno della Repubblica” può scaturire non dalla riforma, ma dalla sua assenza.  (altro…)

Articolo su Il Dubbio / “Il re solo Il leader che ha resistito alla persecuzione giudiziaria”

Foto LaPresse FOTO DI REPERTORIO 28/04/2014 Berlusconi ai servizi sociali Foto Roberto Monaldo / LaPresse 11-02-2013 Roma Politica Trasmissione "Uno Mattina" Nella foto Silvio Berlusconi Photo Roberto Monaldo / LaPresse 11-02-2013 Rome (Italy) Tv program "Uno Mattina" In the photo Silvio Berlusconi

A Silvio Berlusconi va riconosciuto un merito straordinario. Nel 92-94 era stata operata in Italia una autentica operazione eversivo-rivoluzionaria: Tangentopoli era un sistema che coinvolgeva sia tutti i grandi gruppi industriali e finanziari (Cir e Fiat inclusi) e tutti i partiti, PCI compreso: (altro…)

Articolo su Il Foglio / “Appunti sul caso Parisi”

parisiGentile Direttore,

nell’intervista rilasciata al Foglio di sabato scorso, Stefano Parisi ha esposto i suoi propositi e le sue idee per rigenerare il centrodestra in chiave liberale, riformista e non estremista. Obiettivo apprezzabile, se non fosse per l’impossibilità di perseguirlo insieme alla Lega lepenista di Salvini, nell’illusione che il “modello Milano” sia esportabile a livello nazionale. (altro…)

Intervista su Il Mattino / “«Silvio ascolti l’amico Confalonieri voti le riforme e rompa con Salvini»”

Intervista Il Mattino - 2 luglio 2016L’intervista dell’onorevole Fabrizio Cicchitto sull’opportunità di modifica dell’Italicum e sulle riflessioni di Fedele Confalonieri, compresa l’eventuale riedizione del patto del Nazareno.

Intervista pubblicata su Il Mattino il 2 2016

Articolo sull’Huffington Post / “Sulle unioni civili la minoranza Dem prepara le Idi di marzo, ma chi sarà il nuovo Bruto?”

unioni-civili-il-dibattito-continua_Premessa: le considerazioni che seguono sono fatte da una persona al di sopra di ogni sospetto che è favorevole al matrimonio gay sulla base di una scelta integralmente liberale: non c’è ragione di vietare a nessuno quello che egli vuol fare nella sua vita tranne che non si tratti di un reato, o comunque di qualcosa che nuoccia ad altri. Ciò detto, siccome sono un laico, ma non un laicista anticlericale e neanche un massimalista, reputo che su una tematica così delicata, specie in un paese come l’Italia, vanno compiute tutte le mediazioni possibili, e che anche tutte le scelte condivisibili vanno fatte con la gradualità e la ragionevolezza necessarie. (altro…)

Articolo su L’Huffington Post / “Con la fuoriuscita di Bondi e Repetti ora il re Silvio è davvero nudo”

bondi repettiSolo una visione politica di stampo grottescamente stalinista può definire come “tradimento” la serie di distinzioni politiche, di rotture, addirittura di costituzione di nuovi gruppi politici, adesso di passaggio al gruppo misto (come nel caso di Sandro Bondi e di Manuela Repetti) che si è verificata nell’ambito del PDL e di Forza Italia.

Quello che dovrebbe preoccupare l’onorevole Toti, invece di spingerlo al tipo di dichiarazioni fatte ieri e oggi a proposito della fuoriuscita da Forza Italia di Sandro Bondi e di Manuela Repetti, è il fatto che questa indubbia crisi di tutta una classe dirigente del principale partito del centro-destra si intreccia con il passaggio all’astensionismo anche di circa dieci milioni di elettori (dal 2008 al 2014) che forse, stando ai sondaggi, sono addirittura  aumentati. (altro…)

Articolo su Il Foglio / “Né con Renzi né con il Cav, letterina (in surplace) sulla destra decomposta”

CicchitoAl direttore

L’articolo di Salvatore Merlo sul centrodestra offre la descrizione di un disastro in atto. Allora facciamo una bella foto di gruppo: in primis Berlusconi, poi Fini, Bossi, Tremonti. Nel 2008 avevano in mano l’Italia. Ma, sia per una durissima opposizione politico-giudiziaria, sia a causa dei loro errori, tutto è stato vanificato.

Partiamo dalla sconfitta del 2011: derivò dalla somma fra l’esplosione della crisi economica, gli errori politici e comportamentali di Berlusconi, l’intenzione di Tremonti di sostituirlo, la rottura di Fini, la reazione del duo Merkel-Sarkozy (quel perfido sorriso) che sponsorizzò il governo Monti. Poi la crisi del centro-destra, la perversione fiscale del governo Monti, la disarmante incapacità politica del Pds, portarono al risultato delle elezioni del 2013 con il crollo del bipolarismo, e l’affermazione del M5s. (altro…)