peppino calderisi

peppino calderisi

Convegno “La cultura liberal-socialista e la crisi del sistema politico italiano”

Si svolgerà mercoledì, 13 settembre, presso l’Istituto Sturzo di Roma, in Via delle Coppelle 35, il convegno dal titolo “La cultura liberal-socialista e la crisi del sistema politico italiano”

 

Convegno “L’Italia a tre velocità Economia e sviluppo per ricucire il paese”

Si parlerà di politica europea e italiana, anche alla luce delle prossime elezioni in Francia, nel convegno “L’Italia a  tre velocità Economia e sviluppo per ricucire il paese”  che si svolgerà  mercoledì 19 aprile alle ore 17.30, presso la sala Perin del Vaga dell’Istituto Sturzo, in via delle Coppelle 35, a Roma.

L’onorevole Fabrizio Cicchitto introdurrà i lavori del convegno, al quale interverranno i ministri Angelino Alfano, Carlo Calenda e Beatrice Lorenzin.

Interverranno Pierluigi Borghini, imprenditore, gli onorevoli Peppino Calderisi, Sergio Pizzolante e Paolo Tancredi, e Gianfranco Polillo, economista e politico.

 

Per informazioni e adesioni:

cicchitto_f@camera.it, oppure 06 6760 6003

 

Convegno “L’Italia a tre velocità Economia e sviluppo per ricucire il paese”

Si parlerà di politica europea e italiana, anche alla luce delle prossime elezioni in Francia, nel convegno “L’Italia a  tre velocità Economia e sviluppo per ricucire il paese”  che si svolgerà  mercoledì 19 aprile alle ore 17.30, presso la sala Perin del Vaga dell’Istituto Sturzo, in via delle Coppelle 35, a Roma.

L’onorevole Fabrizio Cicchitto introdurrà i lavori del convegno, al quale interverranno i ministri Angelino Alfano, Carlo Calenda e Beatrice Lorenzin.

Interverranno Pierluigi Borghini, imprenditore, gli onorevoli Peppino Calderisi, Sergio Pizzolante e Paolo Tancredi, e Gianfranco Polillo, economista e politico.

 

Per informazioni e adesioni:

cicchitto_f@camera.it, oppure 06 6760 6003

Articolo su Il Dubbio / “Caro Berlusconi, la riforma costituzionale serve anche a te”

articolo-il-dubbio-2-dicembre-2016_pagina_1L’articolo degli onorevoli Peppino Calderisi e Fabrizio Cicchitto sulla riforma costituzionale, con particolare riferimento alle posizioni di Berlusconi e di Forza Italia, e sull’Italicum.

Articolo sul Corriere della Sera / “L’ultima occasione per fare le riforme”

referendumCaro direttore, Giulio Tremonti vede lucciole per lanterne. Nel suo articolo (del 24 ottobre) denuncia un perverso disegno di potere che non c’è, e non vede invece le gravi anomalie del nostro sistema istituzionale che la riforma supera. L’ “inverno della Repubblica” può scaturire non dalla riforma, ma dalla sua assenza.  (altro…)

“Sul referendum: riflessione a più voci”

volantino-referendum-10-novembre“Sul referendum: riflessione a più voci”: se ne parlerà giovedì 10 novembre, alle 17.30, presso la Sala Perin del Vaga dell’Istituto Luigi Sturzo, in Via delle Coppelle 35, a Roma, nel corso di un dibattito al quale parteciperanno l’onorevole Fabrizio Cicchitto, l’imprenditore Pierluigi Borghini, l’onorevole Peppino Calderisi, il dottor Claudio Petruccioli e il dottor Mario Sechi.

Per informazioni e adesioni:

 cicchitto_f@camera.it, oppure 06 6760 6003

Articolo su Il Dubbio / “Il ‘lessico familiare’ che da 40 anni parla contro le riforme”

cirino_pomicino_paoloAllora furono DC e PCI a opporsi. Oggi sono i loro eredi. Ecco, punto per punto, le risposte ai quesiti che il “pm” Cirino Pomicino ha posto alla ministra Boschi. Bicameralismo perfetto? In Europa c’è  solo in Polonia…

Nel 1979 Bettino Craxi lanciò il progetto di una grande riforma istituzionale. Quel progetto fu risucchiato nelle sabbie mobili dell’establishment istituzionale, ma fu anche contrastato in modo durissimo da alcune correnti democristiane e dal PCI nel suo complesso. (altro…)

Articolo su Il Dubbio / “Quagliariello, ma la riforma della Costituzione non l’avevi scritta proprio tu?”

CostituzioneNoi abbiamo una grande considerazione per il sen. Gaetano Quagliariello (che rimane un amico, malgrado i sopravvenuti dissensi politici) perché riesce sempre a motivare nel migliore dei modi possibili le sue scelte politiche anche se esse sono di segno opposto sullo stesso argomento. È il caso della legge di riforma costituzionale per la cui elaborazione il sen. Quagliariello ha svolto un ruolo assai importante spiegando poi in modo assai convincente la sua valutazione positiva. (altro…)