politica estera

politica estera

Articolo sull’Huffington Post / “La sfida dell’Europa nell’era Trump, fra terrorismo e crisi migratoria”

Le azioni del terrorismo provocano divisioni profonde nell’Occidente e anche in Italia. A nostro avviso bisogna rifuggire dagli schematismi di opposto segno. Per comodità di rappresentazione diciamo che c’è uno scontro fra “cattivisti” e “buonisti”. Secondo lo schema “cattivista” le immigrazioni equivalgono a essere delle invasioni, l’islamismo in quanto tale è l’ideologia del terrorismo e di conseguenza deve valere il motto “tutti a casa”: respingimenti dei barconi, espulsioni e quant’altro. (altro…)

Articolo su L’Unità / “Gli strani silenzi grillini sulla repressione russa”

L’arresto di Alexey Navalny non è un errore ma la manifestazione di un regime organicamente autoritario. Nel passato in Russia sono avvenuti episodi assai oscuri come l’assassinio di alcuni oppositori. I nomi sono noti: in primo luogo quello di Anna Politkovskaja poi quello di Boris Nemtsov per non parlare dell’ex KGB Litvinenko ucciso con plutonio radioattivo e lo strano suicidio di un oligarca come Boris Berezovsky. (altro…)

Intervista su Il Mattino / “Cicchitto: il tifo di Salvini era scontato ma FI farebbe bene a essere più cauta”

Cicchitto 3«Mi aspettavo un voto al cardiopalma e che l’elezione si sarebbe decisa con un piccolo scarto, invece mi ha sorpreso non tanto la vittoria di Trump, ma soprattutto che sia stata così netta. Certo, la sua affermazione è inquietante perché il personaggio è imprevedibile, non sappiamo come si comporterà e ha detto molte cose inaccettabili». Fabrizio Cicchitto, deputato di Area Popolare e presidente della commissione Esteri della Camera è anche lui, come tutto il mondo, in attesa di appurare quali saranno gli sviluppi della presidenza Trump.

Tutti si aspettavano l’elezione della prima donna alla Casa Bianca, poi cosa è successo?
(altro…)

Articolo sull’Huffington Post / “Il problema di Trump non è ‘pussy’ ma Putin”

trump-putin-pointIl linguaggio e le scelte politiche e personali di Donald Trump sono rozze e brutali quale che sia l’argomento che affronti: l’isolazionismo politico ed economico degli Usa, il muro da erigere nei confronti dei messicani giudicati nel loro complesso dei delinquenti e degli stupratori, l’atteggiamento negativo e aggressivo nei confronti dei musulmani che vivono negli Usa, l’attacco frontale alla sua avversaria Hillary alla quale promette l’arresto se arriverà al potere, una profonda contrapposizione a chiunque è di colore e per di più, sul piano economico, l’ipotesi di un aumento smisurato del debito pubblico. (altro…)

Articolo su Libero / “Quel miracolo di Silvio che in pochi riconoscono”

clinton-trump1Non è tutto oro ciò che riluce, e ciò vale sia per la tregua in Siria e ancor di più per ciò che riguarda il cosiddetto “ordine mondiale” (Kissinger). Per ciò che riguarda la Siria va detto che la situazione della Russia e degli Usa è del tutto asimmetrica perché mentre la Russia sostiene il dittatore Assad (che per conservare il potere ha provocato la morte di circa 400mila siriani e milioni di fuggiaschi riversatisi in Europa), gli USA (in seguito ai gravissimi errori commessi da Obama e da Kerry nel 2011 e nel 2013) hanno messo insieme un’accozzaglia di gruppi fra i quali c’è di tutto. (altro…)

Articolo su Il Foglio / “In politica non esistono vuoti. Trump e Putin spiegati con Weil”

articolo-il-foglio-25-agosto-2016L’articolo dell’onorevole Cicchitto sul ruolo del presidente degli Stati Uniti nella gestione della politica internazionale: il “buonismo” politicamente corretto di Obama e Kerry, le valutazioni di fondo sull’eventualità di una presidenza Trump e sulla politica di potenza russa.

Articolo su L’Unità / “L’ordine che non c’è più”

fabrizio-cicchittoLa crisi degli equilibri mondiali tradizionali non mette solo in questione la previsione sulla “fine della storia” contenuta nel famoso libro di Fukuyama, secondo la quale, con il crollo per implosione del comunismo, la storia sarebbe “finita” essendo prevalsi definitivamente nel mondo il libero mercato, la concorrenza, la liberal-democrazia. (altro…)

Articolo su Affaritaliani.it / “Putin e l’Eurasia: l’analisi di Fabrizio Cicchitto”

putin-2E’ da molto tempo che poniamo il problema della pericolosità della strategia di Putin, e della giustezza delle sanzioni per quello che ha fatto e sta facendo in Ucraina e in Crimea (una occupazione militare che costituisce una violazione del diritto internazionale): tutto deriva dall’ambizione imperiale fondata sulla teoria dell’“Eurasia” di Dugin, che ne caratterizza l’ideologia e la politica. (altro…)