siria

siria

Articolo sull’Huffington Post / “Libia, dagli errori francesi e americani, a quelli italiani: lacrime di coccodrillo”

(150213) -- TRIPOLI, Feb. 13, 2015 (Xinhua) -- Some citizens wave national flags on Martyrs Square in Tripoli, Libya, on Feb. 13, 2015. Hundreds of people demonstrated at Libya's capital city of Tripoli on Friday in support of the ongoing UN-brokered dialogue between the warring factions and expressed hopes for peace. (Xinhua/Hamza Turkia)

E’ certamente fuori dalla normalità diplomatica che un presidente degli Usa si faccia una autocritica cosi forte come quella che Obama ha sviluppato a proposito della Libia. Ma in effetti l’autocritica era funzionale alla durissima critica rivolta ai francesi e agli inglesi. (altro…)

Articolo sull’Huffington Post / “Siria: Monaco continua a portare sfiga”

cicchitto 2Dopo due giorni di autoinganno la verità -bongrè-malgrè – emerge anche perché il rimbombo dei colpi di cannone e dei bombardamenti ha una eloquenza straordinaria. La cosiddetta tregua in Siria, che nessuno rispetta, è una mistificazione che porta come estreme conseguenze la ripresa politica e militare di Assad grazie all’intervento militare russo che sta bombardando senza guardare troppo per il sottile pochissimo l’Isis e molto i gruppi ribelli siriani che fanno capo agli Usa, all’Arabia Saudita e agli altri Paesi arabi. (altro…)

Articolo sull’Huffington Post / “Gli errori dell’Occidente nell’infame pasticcio siriano”

SIRIA_aleppo_devastataUna catena di errori. Assad è certamente il principale responsabile di questa catastrofe che ha provocato 300 mila morti, circa cinque milioni di profughi, parte dei quali sono fuggiti in Turchia, in Libano, in Giordania, mentre altri, passando attraverso la Turchia sono fuggiti in Grecia con una scia di morti annegati in quel tratto di mare. Tuttavia, così come in Iraq, alla radice della nascita dell’Isis ci stanno incredibili errori americani e dell’Occidente nel suo complesso. (altro…)

Articolo su L’Huffington Post / “Realtà e la mistificazione all’Assemblea dell’Onu”

assemblea onuAll’assemblea dell’Onu hanno dominato il campo mediatico due elementi stranamente combinati insieme: la realtà e la mistificazione. La realtà è costituita dalla constatazione che non c’è più una nazione leader mondiale, avendo gli Usa rinunciato ad esserlo, un po’ per gli errori di segno opposto di Bush Junior e di Obama, un po’ per la defaillance secca di quest’ultimo.

Di conseguenza gli Stati più rilevanti (gli Usa, la Russia, la Cina, l’Iran) hanno fatto ognuno il proprio discorso in aperta contraddizione con quello degli altri. La mistificazione è quella che parla della formazione di (altro…)